Le basi del successo del Made in Italy

Per mille anni l’élite laica ed ecclesiastica italiana ha sempre avuto gusti raffinati e ha stimolato un’incredibile produzione artistica. L’Italia si è riempita di capolavori, in seguito gli artisti, gli architetti e gli artigiani italiani hanno lavorato anche per i sovrani e i nobili europei. Era un mercato ristretto ma sufficiente a ricordare che il prodotto fatto dagli italiani era bello, di alta qualità, comodo e piacevole da usare.

Sorelle-Fontana-670x274.jpeg

Silhouettes abiti - Sorelle Fontana
Con il formarsi del mercato mondiale di massa nel secolo scorso la produzione italiana si è subito espansa e si è rivolta alla classe agiata europea e americana.
fontana
 Le sarte Sorelle Fontana
I calzaturieri italiani facevano le scarpe per le dive di Hollywood, le sarte Fontana facevano, per loro, vestiti stupendi e gli attori di Hollywood venivano in Italia apposta per farsi confezionare gli abiti dagli abilissimi sarti napoletani o per comprare i cappelli Borsalino. Poi questa abilità si è estesa all’arredamento, alla gioielleria, al restauro delle opere d’arte e si è formato un sistema produttivo – fatto da artigiani e imprese – unico al mondo, che usa personale abilissimo e materiali eccellenti. Sono queste le basi del successo della moda italiana e dei suoi stilisti.
borsalino
 Divi di Hollywood con indosso cappelli Borsalino

Nello stesso tempo si affermavano il nostro il cibo, il nostro vino e la nostra gastronomia, quasi sempre con industrie piccole e con manodopera eccellente e prodotti di alta qualità. Si è cosi diffusa l’idea che in certi campi non c’è nulla di meglio del prodotto italiano, del made in Italy. Vi e stato un momento in cui diversi produttori hanno delocalizzato la produzione in Asia abbassando la qualità. Ma la tendenza si sta invertendo (reshoring) perché stanno avendo successo i marchi che hanno resistito e le nuove imprese che producono in Italia con personale e materiali italiani. Infatti sono molti i paesi che si sono sviluppati e nel mercato mondiale sono enormemente cresciuti i consumatori ricchi ed esigenti che vogliono solo prodotti di alta qualità. Costoro guardano e guarderanno anche domani all’Italia. Non saranno i dazi di Trump a fermare questa tendenza e le nostre esportazioni. L’unico pericolo ci viene dalla nostra burocrazia e dal nostro sistema fiscale che fa un pò pensare…

(fonte articolo: il giornale.it)

english version

For 1000 anni the Italian laity and the ecclesiastical elite have appreciated and stimulated artistic production.
So Italy is filled with masterpieces: Italian artists, architects and artisans have also worked for the European nobles.
It was a small market, but enough to remember that the product made by the Italians was beautiful, high quality, comfortable and enjoyable to use.
Italian shoe makers made their shoes for Hollywood actors, Fontana sisters made beautiful dresses, and the film divas came to Italy to buy Borsalino hats. Then, this skill extends to furnishings, jewelery, restoration work and a production system – made by craftsmen and businesses – the only one in the world that uses highly qualified staff and excellent materials. These are the basics of the success of Italian fashion and its fashion designers.
Our food, wine and gastronomy have also been affirmed, almost always with small industries and with excellent manufacturing and high quality products. It is so widespread that in certain fields there is nothing better than the Italian product, made in Italy. Trump will not stop this trend and our exports. The only danger comes from our bureaucracy and our tax system.
Annunci

2 pensieri su “Le basi del successo del Made in Italy

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...